giovedì 7 giugno 2018

Intervista a Sollevazione (titolo redazionale)




2 commenti:

  1. Stefano Sylos Labini8 giugno 2018 08:45

    "In Europa non sono fessi, e forme di moneta fiscale costituiscono emissione di moneta". La moneta fiscale consiste di titoli di Stato che danno il diritto ad ottenere sconti fiscali a due anni dall'emissione dunque non si tratta di una moneta ma di titoli di Stato che - avendo un valore stabile e garantito dalla possibilità di pagare le tasse - possono funzionare come mezzo di pagamento ad accettazione volontaria che si affianca all'euro. Ovviamente il problema è politico, ma sul piano giuridico non viene violato il monopolio di emissione della moneta legale che fa capo alla BCE

    RispondiElimina
  2. Forse sarebbe opportuno, ad uso dei lettori meno smaliziati, che il prof. Cesaratto chiarisse meglio come negli anni 80 si sono generati i deficit di bilancio che hanno determinato l'esplodere del debito pubblico. In particolare, vorrei che fosse meglio spiegata la sequenza "auto-imposto vincolo estero", deficit commerciali da appartenenza allo SME, aumento dei tassi per attirare capitali dall'estero, riflessi sul bilancio pubblico. Mi pare che questo sia il punto cruciale per respingere le accuse che ci vengono dall'estero (e non solo) di essere degli spendaccioni.

    RispondiElimina